Perché promuoviamo la bicicletta

#colleghiamoci #pedalailfuturo
#colleghiamoci

ALCUNI MOTIVI PER USARE LE DUE RUOTE

#COLLEGHIAMOCI – Bicipolitana #pedalailfuturo

⇒ Facile come … andare in bicicletta
La bici è facile da usare, economicamente alla portata di tutti e, sulle distanza brevi è più veloce delle autovetture.

Pensa alla salute!
Fare una moderata attività fisica, come utilizzare la bicicletta, aiuta a mantenere un’efficiente forma fisica, riducendo il rischio di infarto, l’ipertensione, l’obesità, l’astenia muscolare e i disturbi del sonno.

Risparmiamo tutti
Utilizzando le due ruote potrai risparmiare i soldi del carburante e anche la collettività ne trae beneficio, visto che la manutenzione delle piste ciclabili richiede costi esigui. Inoltre anche il costo per la manutenzione della bicicletta è molto basso.

⇒ Zero emissioni
Non vi è nessun gas di scarico e nessuna forma di inquinamento acustico. L’uso della bici, a differenza degli altri mezzi, rende  la città certamente più vivibile e piacevole.

⇒ Libera le strade
Con l’utilizzo della bicicletta si liberano le strade dall’ingombrante presenza delle autovetture, con il conseguente calo dello stress dovuto all’utilizzo delle automobili. Non solo: per le automobili rimanenti il traffico diminuisce e i mezzi pubblici aumentano la propria velocità media.

⇒ Niente consumo di ossigeno
La bicicletta è ecologica: non vi è consumo di ossigeno, nessun gas di scarico, nessun rumore, ma risparmio di energia e di spazio occupato. Un’auto che percorre 500 km brucia invece quasi 100.000 litri di ossigeno – il fabbisogno annuo di un adulto

⇒ Per tutti
La bicicletta è economicamente alla portata di tutti.

⇒ Socializzante nel collegamento e nella condivisione
Andare in bicicletta è stimolante: permette un contatto diretto con le persone, le località, i paesaggi, i suoni e gli elementi naturali.

⇒ Cattura gli attimi
Con la bicicletta, puoi facilmente accostare al bordo della strada, fermarti e scattare una foto con il tuo smartphone per immortalare attimi, paesaggi, persone, eventi.

 

SPOSTARSI IN CITTA’ CONVIENE
Grafico1_01Una recente ricerca che ha interessato diverse città europee ha dimostrato che il 50% degli spostamenti motorizzati in città copre una distanza compresa tra 3 e 5 km e il 30% è inferiore a 2 km. Ciò significa che parecchi automobilisti, anziché spostarsi in auto, potrebbero usare la bicicletta, che è vincente sulle corte distanze. Infatti un tragitto di 3 km, in bicicletta, si percorre in un quarto d’ora netto, comprese le operazioni di parcheggio.

Se puntiamo un compasso sul centro simbolico di San Donato Milanese, dove ha sede il nostro Municipio, ci rendiamo conto che entro 5 km raggiungiamo oltre il 70% della città e arriviamo anche all’interno di altri comuni.

 

La bicicletta è veloce: per i percorsi urbani fino a 6 chilometri di distanza, la bicicletta è più veloce dell’automobile. Il grafico lo dimostra. E’ calcolato anche il tempo necessario per uscire da casa e per parcheggiare.

2ab327d164La bicicletta non è pericolosa per gli altri utenti della strada: dati della Polizia Municipale del 1998-2001 indicano una percentuale bassissima degli incidenti che riguardano collisioni di bici con pedoni.

Per percorrere la stessa distanza, un ciclista consuma 200 volte meno energia rispetto all’auto e cinque volte meno energia persino rispetto ad un pedone. Con 500 calorie – che corrispondono a 100 grammi di zucchero oppure 55 grammi di grasso o di benzina – un ciclista pedala per ben 37 km. Con la stessa quantità di energia un escursionista percorre 14 km e un fondista 7. Invece, con 55 grammi di benzina il motore di un’auto di media cilindrata si spegne già dopo 700 m circa.

Grafico3_01

Poco spazio occupato: un solo parcheggio per auto con accesso necessita di 25 metri quadrati di terreno; una persona ha bisogno mediamente di 30 metri quadrati per lavorare e di 50 per abitare; ma per circolare gliene occorrono ben 140. Se invece dell’auto si prende in considerazione la bici, si giunge ad un rapporto di 1 a 10 cioè occorre, per circolare, uno spazio 10 volte inferiore a quello richiesto da un’auto. Nel posteggio di un’auto possono essere collocate 10 biciclette.
 

 

 

 

LE PARTI DELLA BICICLETTA