Dopo Rimini, Cortina , Jesolo, Parma, Novellara, Avigliana, San Bellino, Boltiere,  Brescia “Bikebee” viene adottato come sistema per la sicurezza delle biciclette anche nel Comune di Bergamo, aggiungendo un nuovo Comune virtuoso alla Regione Lombardia.

Bergamo è il nuovo Comune della regione ad adottare il Registro digitale gratuito per rintracciare la propria bici proteggendola dai ladri: uno strumento fornito “chiavi in mano” ai cittadini, comprensivo di app e sito Internet. Un passo ulteriore verso città “bike friendly” e sostenibilità.

«I cittadini hanno in mano un nuovo strumento per proteggere la propria bici, ma non solo – spiega Alberto Montesi , Ceo e Founder di Bikebee –. I vantaggi dell’uso della nostra piattaforma riguardano tutti gli attori coinvolti dai Comuni – prosegue – sempre più implicati nella promozione della mobilità verde, alle Forze dell’Ordine, agevolate nell’identificazione dei mezzi rubati e nella restituzione ai proprietari. È un passo decisivo in direzione della Green Innovation Sustainability».

Ma che cos’è Bikebee

Si tratta di una startup fondata da Alberto Montesi, già Ceo e Founder di Acotel Interactive, Fashionis.com, Media Bridge, Aggregando e MadeinItaly. Essa propone un sistema innovativo che integra vari elementi: il Registro digitale delle biciclette, gratuito e a disposizione dei Comuni e delle Forze dell’Ordine, una piattaforma on-line accessibile alla community dei ciclisti, una app e una gamma di prodotti. Questi ultimi sono frutto della ricerca sulle tecnologie IoT/M2M e si appoggiano su sistemi di marchiatura avanzati. BIKEBEE è molto più di un antifurto: è una nuova modalità di utilizzo della bicicletta in ambiente urbano. Comprare una bicicletta, registrarla, proteggerla, sentirsi parte di una community che vigila sulle bici sono tutte azioni che fanno parte integrante dell’esperienza Bikebee. Per la prima volta un’unica piattaforma unisce ciclisti ed Amministrazioni locali in nome di un obiettivo comune: contrastare i furti di biciclette per incoraggiare la mobilità dolce e restituire alle città una dimensione più verde e sostenibile.

«Da tempo stiamo lavorando per contrastare i furti in città – sottolinea Stefano Zenoni (in foto), assessore alla Mobilità del Comune di Bergamo –. Purtroppo questo non è un fenomeno semplice da gestire, soprattutto perché i proprietari, spesso scoraggiati, tendono a non denunciare i furti, rendendo più complessa l’attività delle Forze dell’Ordine. Oggi, grazie a BikeBee, abbiamo però un’arma in più, per identificare una bicicletta, per ritrovarla in caso di sottrazione e quindi, indirettamente, per scoraggiarne il furto. Una soluzione di questo tipo aiuterà sicuramente la nostra Polizia Locale – continua l’assessore – a cui quotidianamente arrivano segnalazioni di furti, e i proprietari, affinché la loro bicicletta possa essere sempre rintracciata e, in caso di furto, restituita. Siamo inoltre al lavoro per la realizzazione della prima velostazione della città, un’infrastruttura che contiamo di completare entro l’anno 2019 in piazzale Marconi, a due passi dalla stazione, e che consentirà di lasciare la propria bicicletta in un luogo sicuro e custodito»,conclude.

Tutte le potenzialità della piattaforma Bikebee saranno presentate a Cortina d’Ampezzo in occasione del “TEDxCortina”, in programma il prossimo 23 agosto 2019.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail