Attraversamento Ciclabile deve essere una priorità per tutti i Comuni d’Italia

attraversamenti ciclabiliIn ambito urbano le piste ciclabili hanno prevalentemente funzione trasportistica, per spostamenti quotidiani casa-lavoro, casa-scuola ecc.

Un principio fondamentale delle reti ciclabili è la loro continuità, senza la quale gli effetti positivi sulla mobilità si annullano, o addirittura si rovesciano. L’attraversamento ciclabile serve anche ad assicurare al flusso delle biciclette la continuità agli incroci.  Nell’ambito della mobilità ciclabile e della sua incentivazione gli attraversamenti ciclabili svolgono un ruolo molto maggiore di quanto ci si potrebbe aspettare, indicato nei testi specialistici come decisamente maggiore di piste o corsie ciclabili in numerosi casi e contesti. Oltre ai motivi indicati  (continuità, precedenza, sicurezza dei ciclisti) gli attraversamenti ciclabili, a costi minimi, sono di immediata visibilità nella viabilità, al pari di quelli pedonali, e inducono per questo un percezione e particolare attenzione ai ciclisti da parte dei mezzi motorizzati. Per questi motivi in molte città europee è diffusa la realizzazione di attraversamenti ciclabili a tutti gli incroci, anche dove non siano presenti piste o corsie ciclabili, con la sola esclusione delle zone 30 e a moderazione del traffico.

Incroci ed intersezioni in genere sono uno dei punti più critici per la sicurezza dei ciclisti e punti di conflitto ed alta incidentalità fra diversi flussi di traffico. L’attraversamento ciclabile, analogamente a quello pedonale, svolge anche il ruolo di innalzare la sicurezza creando una situazione di precedenza univoca, rispetto ad altre in cui l’utente debole in sella alla bicicletta viene appena percepito.

Svolge inoltre un ruolo di incanalamento delle biciclette, riducendo il rischio di un loro procedere su traiettorie poco prevedibili nell’area dell’incrocio.

Per innalzare la sicurezza degli attraversamenti ciclabili si ricorre solitamente ad alcuni interventi come per es. quelli che ne incrementano la visibilità:

  • fondo rosso fra le due file di riquadri bianchi, talvolta realizzato con bitume ruvido spalmato in lieve rialzo sul manto stradale, invece che con vernice per segnaletica orizzontale
  • simbolo bici (bianco), anche ripetuto più volte, sia per segnalare il carattere dell’attraversamento ai veicoli motorizzati (ed indurli a prudenza), sia per incanalare il flusso di biciclette, evitando l’invasione dell’eventuale attraversamento pedonale affiancato
  • rialzo dell’attraversamento (con mattonelle autobloccanti in colore diverso dal manto stradale (rosso, talvolta blu). Gli attraversamenti rialzati, pur non essendo equiparati ai dossi rallentatori, secondo le direttive ministeriali, hanno un effetto di riduzione della velocità.

In casi di attraversamento ciclabile di arterie a grande scorrimento può essere necessario installare un semaforo, talvolta a chiamata.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento