bike the futureBicipolitana è un filo, un filo di connessione che unisce e riavvicina comuni e percorsi intercomunali.

E’ un filo culturale che nasce per diffondere condivisione, unicità e diffusione di un servizio di bike sharing che sia dalla parte dei cittadini, con un unico abbonamento, unico gestore globale della manutenzione.

L’unico modo per connettere la città metropolitana è un bike sharing uniforme che consenta al cittadino di prendere la bicicletta in un comune e lasciarla in un altro comune usufruendo di un unico abbonamento, di un unico servizio globale e metropolitano.

Bicopolitana è quel filo che unisce, areee urbane e rurali, sentieri fluviali e luoghi di interesse storico, per fare in modo che il viaggio verso la cultura affrontato con la lentezza delle bicicletta sia velocemente raggiungibile.

Bicipolitana è il filo che collega musei, castelli, pievi, oratori, borghi, palazzi storici, biblioteche, chiese, abbazie, cascine, metropolitane, ferrovie.

Bicipolitana è quel filo narrativo che va a ricomporre la dispersione oggi esistente sul nostro territorio, quel filo che tiene assieme ed è mezzo per rivalorizzare e riscoprire un patrimonio oggi escluso dai circuiti stradali.

Abbiamo pensato che una bicipolitana senza #bicipolitaners non può esistere, non può reggersi in piedi. Occorre quindi partire dal basso, per creare il nuovo futuro dell’Italia.

E lo sappiamo che la bicicletta è il futuro, perchè è semplicemente per tutti, grandi e piccini, nion ha limiti di età, può essere usata da chiunque. Ti innamori subito perchè salendoci sopra ti dà soddisfazione, ti prende, ti porta lontano..  molto meglio che andare a piedi, in poco tempo se fa freddo riesci a scaldarti pedalando, ma il bello è che mentre vai riesci a sentire, vedere, osservare tutto quello che ti sta intorno.

Non c’è dubbio le biciclette sono dei catalizzatori sociali e chi partecipa ad un evento di bicipolitana network trova sempre amici e nuova energia.

Siiiii, siamo noi che pedaliamo nel futuro.

 

 

Facebooktwitter