La prima mappa digitale delle piste ciclabili a San Donato Milanese

I soci di Bicipolitana diventano attivi anche nel mondo delle mappe digitali e degli “open data”.

Cosa sono?

Citiamo Wikipedia!

I dati aperti, comunemente chiamati con il termine open data, anche nel contesto italiano, sono dati liberamente accessibili a tutti le cui eventuali restrizioni sono l’obbligo di citare la fonte o di mantenere la banca dati sempre aperta.

L’open data si richiama alla più ampia disciplina dell’open government, cioè una dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione dovrebbe essere aperta ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale.

In quest’ottica abbiamo iniziato a collaborare col comune di San Donato Milanese e abbiamo creato la prima mappa digitale delle piste ciclabili e dei parcheggi per biciclette disponibili sul territorio sandonatese disponibili su maphub che si basa su mappe “Open Street Map”, la wikipedia delle mappe a cui tutti possono partecipare al miglioramento:


Bicipolitana Maphub

 

oppure nel tradizionale Google Maps, sì gratuito,  ma di proprietà di Google:

Bicipolitana San Donato Milanese Google Maps

Come abbiamo fatto?

La maggior parte delle piste ciclabili e degli stalli delle biciclette erano già presenti sulla mappa libera “Open Street Map”, progetto collaborativo di mappe a contenuto libero creato nel 2004 creato dall’ingegnere britannico Steve Coast, le rimanenti le abbiamo aggiunte noi e successivamente abbiamo creata una mappa personalizzata col servizio maphub  e “i tuoi luoghi” di Google .

Il prossimo passo?

Migliorare la mappa! Estendere la mappa!

Bicipolitana agisce sul Sud-Est Milano (San Giuliano Milanese, Peschiera Borromeo, Melegnano…) e vuole creare la prima mappa digitale del Sud Est delle ciclabili, degli stalli e di chi è amico della bicicletta come la rete di #BikePoint che stiamo creando o semplicemente segnalando chi fornisce servizi per le biciclette.

Da non sottovalutare l’importanza di una mappa digitale così dettagliata e precisa che diventerebbe uno strumento utilissimo per gli addetti ai lavori che potranno fare scelte strategiche per ottemperare alla legge 2977 che spinge i comuni ad adottare un biciplan per la città. La pianificazione intelligente di una rete di piste ciclabili.

Se riusciamo ci piacerebbe anche organizzare un cosiddetto “Maphaton” come hanno fatto a Bologna  (Leggi qui ) con un bel risultato: Rastrelliere a Bologna   e con tutte le istruzione per replicare:  Istruzioni su come fare un maphaton

Ovviamente chi fosse interessato e volesse aiutarci a collaborare ci contatti!

Abbiamo bisogno di voi!!!

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento